Generiche

Rivoluzione nei settori giovanili: via libera alla figura "calciatore-arbitro"

Le novità in vista della prossima stagione

Simone Negri
20.04.2021 12:40

Sì al doppio ruolo calciatore-arbitro. La decisione è stata presa dal Consiglio Federale e pone fine a un tabù: chi arbitrerà, potrà anche giocare, purché in campionati differenti. La novità verrà introdotta dal 1 luglio di quest'anno e permetterà a qualunque calciatore tra i 13 e i 17 anni, tesserato per società di Lega Nazionale Dilettanti o di Settore Giovanile e scolastico, di svolgere anche il ruolo di arbitro. Ad esempio - si legge su Il Secolo XIX - un calciatore dei Giovanissimi potrà giocare il sabato con la sua squadra e poi arbitrare, il giorno successivo, una partita della categoria Allievi o Juniores. Ma è possibile anche il contrario. Una rivoluzione che vuole portare vantaggi sia in termini di competenza che di cultura sportiva. 


 

Primavera 3, Triestina-Padova: fischio d'inizio alle ore 15
Lazio, Matri: "La nuova formula del campionato Primavera ha responsabilizzato di più i giovani"