Primavera 1

Genoa-Atalanta, le pagelle della Dea: Cortinovis il solito cervello, Ndiaye chiude la porta

Le pagelle dell'Atalanta

Karim Dafirbillah
10.01.2020 11:52

Ndiaye 7: chiude letteralmente la porta sia sugli interventi semplici che in quelli decisivi.

Bergonzi 6,5: non viene impensierito granché ma la sintonia tra Okoli e Traoré è da orchestra. Dal 73° Ghislandi 6: continua a portare avanti e a concludere il compito di Bergonzi.

Okoli 6,5: solita copertura invalicabile anche se all'inizio del primo tempo Zennaro & co. sembrava volessero mettere in difficoltà.

Guth 6,5: la sua intelligenza e pulizia negli interventi continuano a contraddistinguerlo.

Brogni 6,5: non c'è Traoré, dalla sua parte, che lo aiuta quindi deve scendere di più confronto a Bergonzi.

Cortinovis 8: cervello, cuore...e goal. È colui che ragiona e fa ragionare; è colui che palpita e fa palpitare tutta la manovra e i cuori dei tifosi quando fraseggia, anche di spalla, con i compagni; è colui che insieme ai soliti prova e trova il goal. Raro.

Panada 6: non per screditarlo, anzi... È che per quanto sia qualitativamente forte la squadra e con quanta tranquillità giochino tutti, a volte si passa inosservati. Dal 65° Da Riva 6: non ha grandi compiti da svolgere.

Gyabuaa 7: polmoni, fisicità e tecnica. Senza azzardare...un Milinković-Savić.

Traoré 7,5: come la gran parte della squadra comincia a stargli stretta questa categoria: corsa, ripiegamenti, avanzate, goal...e pali. Sì ben due. Universale. Dal 73° Ghisleni s.v.

Piccoli 6,5: la notizia è che non segna ma mobilità, anticipi e passaggi lo mettono comunque in mostra. Dal 65° Cambiaghi 6: si posiziona dove da senza strafare.

Colley 6,5: quando sembra che sia estraneo alla manovra è il momento in cui bisogna stare attenti; infatti poco prima del goal sembrava abbastanza defilato. Dal 78° Finardi s.v.

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 13^ giornata: Ruocco agguanta la vetta e Buso fa un bel balzo nel B accorcia Sueva
Ascoli, rientro anticipato per Di Francesco