Primavera 1

Sulle orme di Toloi: Rodrigo Guth studia dal brasiliano per diventare grande

Approfondimento sul giovane talento dell'Atalanta Primavera

Emanuele Giacometti
05.06.2020 19:00

LEGGI TUTTE LE NEWS DI CALCIOMERCATO

Rodrigo Guth difensore brasiliano dell'Atalanta, da piccolino non chiedeva giocattoli ai suoi genitori, ma un pallone o comunque qualcosa che appartenesse al calcio. Fin da bambino lo sport più famoso e praticato del mondo è stato parte delle sue giornate dopo la scuola, quando giocava in strada con i suoi amici. Il suo percorso sportivo inizia però nel calcio a 5, in un club vicino Curitiba all'età di sei anni. Nel futsal ha l'opportunità di affinare maggiormente tecnica e velocità di pensiero. Una scuola calcio a tutti gli effetti e propedeutica a quello a 11, molto in voga in Brasile da sempre. A dieci anni passa quindi al calcio, compiendo tutta la trafila nel settore giovanile del Coritiba.

Nel 2017 l'Europa chiama e il classe 2000 accetta di buon grado perchè si presenta l'occasione che sognava. Rodrigo viene infatti portato in Italia dall'Atalanta ed in Lombardia, ci mette poco ad ambientarsi. Bergamo e la Dea lo accolgono a braccia aperte e così riesce velocemente ad inserirsi in un contesto del tutto nuovo. Viene aggregato alla Primavera e risulta ben presto uno degli elementi più importanti della rosa. Centrale difensivo forte fisicamente, abile nel gioco aereo e dotato di buon piede, disputa il campionato Primavera per il terzo anno consecutivo. Con umiltà e lavoro si è tolto molte soddisfazioni, su tutte la vittoria dello scudetto della scorsa stagione nella finalissima di Parma contro l'Inter. Un successo che mancava da 21 anni al club orobico e che ha messo la ciliegina su una torta già deliziosa, visto l'approdo in Champions League della prima squadra. E anche i baby nerazzurri, compreso Rodrigo, si sono ben comportati nella massima competizione europea (Youth League), vincendo il girone davanti a Dinamo Zagabria, Manchester City e Shakhtar Donetsk, cedendo solamente al Lione negli ottavi dopo i calci di rigore.

Da buon brasiliano si ispira a Thiago Silva, mentre all'Atalanta il suo riferimento è Toloi. In nazionale ha vinto con l'under 17 un sudamericano in Cile e ottenuto un terzo posto nel mondiale in India (2017). In attesa quindi della ripresa del campionato, Rodrigo si allena con il massimo impegno, sognando l'esordio in serie A. Già, perchè Bergamo e l'Atalanta sono diventate una cosa sola e ti fanno amare questo meraviglioso sport.

Primavera, il campionato non riprenderà. Si giocherà la finale di Coppa Italia
Sampdoria, sondaggi di mercato anche in Ligue 2