Generiche

Farsi le ossa con i grandi - Serie B 34^ giornata

Analizzando le presenze dei giocatori della Primavera con i professionisti

Gabriele Buzzalino
15.07.2020 12:00

La ripartenza dei campionati professionistici post lockdown ha costretto tutte le squadre a un tour de force non da poco, con tante partite in pochi giorni in piena estate. Per questa ragione molti allenatori danno spazio ai giovani più promettenti dei rispettivi settori giovanili. Con questa nuova rubrica di MondoPrimavera.com analizzeremo le partite e le prestazioni di questi ultimi nei campionati italiani.

LEGGI GLI ESORDI IN SERIE B DI QUESTA SETTIMANA

Ecco l'approfondimento sui giovani che hanno giocato nella 34^esima giornata di Serie B:

Kone: quinta presenza per il ventenne ivoriano, che subentra al 66' al posto di Riviere e poco dopo il Cosenza segna il secondo di gol di serata, contribuisce alla vittoria dei suoi contro il Perugia;

Kouan: dopo un gol in altrettante presenze nel campionato di Primavera 2B, il centrocampista classe '99 è ormai un titolare nel centrocampo del Perugia, anche se non è riuscito a portare punti ai suoi contro il Cosenza, uscendo al 67' in favore del più esperto Falcinelli;

Nicolussi Caviglia: prodotto del vivaio della Juventus, il numero 14 del centrocampo perugino parte dal primo minuto nella sfida persa per 2-1 contro il Cosenza, ma, alla 23esima presenza stagionale, dà ancora lustro delle sue qualità che potrebbero esplodere da un momento all'altro;

Ricci: centrocampista classe 2001, alla 25esima presenza in campionato è ormai un punto fermo dell'Empoli e disputa tutti i 90 minuti della sfida persa per 1-0 contro l'Ascoli degli ex Italia Under 19;

Carnesecchi: continua la sua buona prima stagione con i professionisti, dopo essere stato il portiere dell'Italia Under 20 nell'ultimo mondiale, mantenendo la rete inviolata contro i campioni della Serie B del Benevento, per lui 29esima presenza in cadetteria;

Di Serio: esordio da titolare per il giovane attaccante che, dopo tre presenze da subentrato, parte dal primo minuto nella sfida che il Benevento, ormai campione, perde con un netto 2-0 contro il Trapani;

Zappa: alla 19esima presenza in campionato, il difensore realizza quello che è addirittura il quinto gol in Serie B con la maglia del Pescara pareggiando i conti dopo il vantaggio del Venezia firmato Marco Firenze;

Galeotafiore: uno degli esordienti di questa giornata, subentra all'87' al posto di Cicerelli per la prima volta nel campionato di Serie B nella sfida vinta per 4-1 contro i rivali del Cittadella;

Zortea: alla 19esima presenza stagionale, il terzino sinistro parte titolare nella sfida vinta dalla Cremonese contro il Chievo per 1-0, confermandosi uno degli uomini più importanti nella squadra di Bisoli;

Gaetano: altra partita da titolare per il gioiello della primavera del Napoli, che però, nonostante la vittoria dei suoi contro il Chievo, viene sostituito all'intervallo a favore dell'ex Toro Vittorio Parigini, ma non sarà certo questa nota poco lieta a ledere questa giovane promessa;

Zuelli: esordio da titolare per il centrocampista classe 2001, che era subentrato dalla panchina in tre occasioni precedenti, non riesce a essere determinante nella sconfitta dei suoi contro la Cremonese ed esce al 72';

Karamoko: terza presenza per l'esterno di centrocampo francese, subentrato al 73' al posto di Di Noia, peccato che sia a lui a commettere il fallo da ammonizione su Parigini dalla cui punizione scaturisce la rete di Mogos decisiva per la vittoria della Cremonese;

Della Pietra: esordio in Serie B anche per l'attaccante della Juve Stabia classe 2002, subentrato all'84' al posto di Bifulco a risultato già acquisito, cioè 2-2 contro il Frosinone;

Coppola: quarta presenza stagionale per il difensore ventenne del Livorno, protagonista in negativo per l'espulsione ricevuta al 63' poco dopo il gol dello Spezia segnato da Mastinu;

Del Prato: ormai famoso per le gesta compiute con l'Italia Under 20 e 21, gioca 90 minuti nella mediana amaranto, come d'altronde ha fatto per tutto il campionato di Serie B saltando solamente una partita;

Pallecchi: settima presenza per l'attaccante del Livorno, che dopo essere partito dal primo minuto non si rende pericoloso fino al momento della sua sostituzione al 55' in favore di Braken, poco dopo il gol dello Spezia;

Ruggiero: ingresso quasi forzato per il centrocampista che al 66' subentra all'attaccante Otavio Mendes per ricompattare la squadra dopo l'espulsione di Coppola, sesta presenza per lui.

Farsi le ossa con i grandi - Serie A 32^ giornata
Roma, Manolo Zubiria (Chief Global Sporting Officer):"De Rossi un'istituzione!"