Genoa

La rinascita del grifone: dal rischio retrocessione al secondo posto

Focus sul grande inizio di stagione dei rossoblu

Niccolò Parenti
24.10.2019 00:30

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM 

 

Non un inizio positivo per il calcio ligure tra i "grandi", a causa delle difficoltà di Genoa, Sampdoria e Spezia, nei loro rispettivi campionati. La stessa cosa non si può dire invece per le formazioni dei campionati giovanili , sopratutto nel caso del Genoa, autentica rivelazione d'inizio stagione del campionato primavera  A, che arriva dalla straordinaria vittoria in rimonta per 4-3 contro la favoritissima Inter, decisa con una tripletta del bomber e capitano Flavio Bianchi.  Il successo  contro la squadra  vice campione d'Italia è stata una delle tante note positive di questo inizio di stagione, partito in sordina con il pari contro il Cagliari, da lì in avanti la squadra è stata un autentica macchina da guerra dal 3 a 0 contro il Sassuolo al 4 a 1 al Chievo.

Una  rinascita su tutta la linea, se si pensa che nella scorsa stagione la squadra era retrocessa dopo i play out contro l’Empoli e ripescata per il fallimento del Palermo, un risultato che è anche costata la panchina a Mister Sabatini. Il tecnico è stato sostituito in estate da  Luca Chiappino  che ha totalmente ribaltato la squadra dal punto di vista mentale adottando un modulo super offensivo come il 4-3-1-2, mettendo in risalto elementi come Bianchi, ritornato il giocatore decisivo di un tempo in zona gol (gia 6 i gol in 5 gare) dopo una stagione al di sotto alle sue potenzialità, importanti in zona offensiva anche  Moro  arrivato in prestito dal Padova  e Klimavicius di ritorno dopo una buona parentesi allo Spezia. Il nuovo sistema di gioco ha dato risultati  sia in zona offensiva, portando a segnare ben 13 gol in 5 gare, che in zona difensiva subendo solo 5 gol  la seconda migliore del campionato.

 

Altri protagonisti di questo inizio di stagione sono: Vodisek, classe 1998 il veterano della squadra ormai autentica sicurezza in porta, Tiago Gonçalves terzino sinistro portoghese arrivato in estate dal Belenenses e  Matteo Piccardo terzino destro classe 2001,  i due compongono una delle coppie di terzini più interessanti della categoria. Ma oltre a Bianchi la vera stella della squadra è Mattia Zennaro acquistato ormai 2 anni fa da giovanissimo per 3 milioni di euro dal Venezia, dopo essere tornato dal prestito con i lagunari, collezionando ben 10 presenze in serie B con la prima squadra si è preso le redini del centrocampo dettando il gioco della squadra ligure.

L'auspicio per i ragazzi di Chiappino è che questo trend possa continuare per il resto della stagione, confermandosi ancora come una delle realtà più interessanti del campionato primavera. 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata: Juwara e Colley si prendono la vetta, Gagliano insegue
Under 17, i convocati del CT Zoratto per le partite contro Lussemburgo, Irlanda del Nord e Turchia