Primavera 2A

Primavera 2A al giro di boa tra conferme, sorprese e delusioni

La situazione del Primavera 2A dopo il girone d'andata

Simone Brianti
24.12.2019 00:30

CLICCA QUI PER IL LABORATORIO DE 'LA GIOVANE ITALIA'

Fino a Gennaio il campionato Primavera 2 è fermo per la sosta invernale e natalizia. Dopo aver concluso il 2019 con la 13^ giornata, la prima del girone di ritorno, la classifica ci ha regalato conferme, sorprese e anche alcune delusioni. Andiamo a vedere nel dettaglio l'andamento in questa prima parte del Primavera 2A. 

In testa alla classifica troviamo il Milan che dopo un inizio con qualche pareggio e vittoria arrivata di misura, ha trovato la quadratura giusta ed ora è primo con sei punti di vantaggio sull'Hellas Verona, seconda forza del campionato. I rossoneri hanno regalato prestazioni super dando la reale conferma di poter essere la squadra che vuole e può vincere il campionato e tornare nel Primavera 1. Una squadra costruita con tanti ragazzi di prospettiva Brescianini, Maldini, Pecorino, Soncin e tutti gli altri: miglior attacco e miglior difesa del Girone A ha chiuso il 2019 anche con il passaggio del turno in Tim Cup. 

LEGGI IL FOCUS SU MARCO BRESCIANINI

Dietro ai rossoneri troviamo altre tre conferme: Hellas Verona, Spal e Udinese. Gli scaligeri avevano iniziato con il piede sull'acceleratore, poi la sconfitta pesante contro il Milan ha ridimensionato un pò il grande inizio facendo scivolare la squadra di Corrent al secondo posto e distante dal Milan. Spal e Udinese a braccetto con gli estensi al terzo posto capaci come ogni anno di giocare un ottimo calcio ed essere una delle squadre più ostiche da affrontare sia in casa che fuori. I bianconeri invece, scesi dal Primavera 1, hanno faticato all'inizio e poi hanno iniziato a raccogliere punti e vittorie, il quarto posto con vista verso la terza piazza non è lontano e sarà battaglia fino alla fine. 

LEGGI IL FOCUS SULL'HELLAS VERONA

Le sorprese fino a questo momento sono sostanzialmente due: Pordenone e Parma. I ramarri alla prima stagione in Primavera stanno facendo vedere che credono nel lavoro del settore giovanile e stanno dando un'ottima visibilità ai tanti ragazzi della Primavera, dopo tanti anni positivi con la Berretti. Il quinto posto a pari punti con il Parma è veramente un risultato straordinario che va confermato nel girone di ritorno. I crociati stanno invece vivendo una stagione dai due volte, tutti i punti conquistati sono arrivato per la maggior parte in casa mentre fuori la squadra di mister Veronese ha raccolto forse anche meno di quanto proposto, unico passo vuoto la trasferta disastrosa di Milano. Una delle squadre più giovani del Primavera 2A, ha saputo far vedere diversi ragazzi interessanti: Corvi, Radu, Goglino, Artistico, Napoletano tutti ragazzi cresciuti partita dopo partita e che hanno la possibilità di far continuare il sogno playoff ai gialloblù. 

LEGGI IL FOCUS SU GABRIELE ARTISTICO

Chiudiamo invece con le delusioni sin qui di questa prima parte di campionato: Cremonese, Venezia e Spezia. Le tre squadre hanno raccolto pochi punti rispetto alle stagioni scorse e non hanno saputo confermare quanto di buono fatto vedere negli ultimi anni. Gli aquilotti hanno 14 punti e sono settimi in classifica, hanno potenziale ma la squadra fatica ad esprimerlo. Dopo le stagioni che hanno visto i liguri protagonisti nelle prime posizioni quella di quest'anno può essere un'annata transitoria. Stesso discorso per i grigiorossi e i lagunari che occupano insieme l'ultima posizione della classifica con solamente otto punti conquistati. 

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 15^ giornata: Gagliano ad un passo dalla vetta, sale la coppia Bianchi-Moro
Sampdoria-Napoli, le pagelle dei blucerchiati: Pompetti cambia il match, Raspa salva il risultato