Esclusive

ESCLUSIVA MP- Paoli (Vocegiallorossa): "La Roma Primavera finirà, mal che vada, tra le prime sei"

le parole di Alessandro Paoli di Vocegiallorossa

Leonardo Bosello
10.09.2019 13:00

Una nuovo campionato Primavera è ormai alle porte. La Roma di Alberto De Rossi incomincia così un nuova stagione, con novità, certezze ed incognite. Abbiamo fatto qualche domanda ad Alessandro Paoli, inviato di Vocegiallorossa, per approfondire meglio quella che sarà la prossima annata dei giovani giallorossi.

Come arriva la Roma Primavera al primo impegno stagionale con il Chievo?

"La Roma Primavera, che ha vinto tutte le amichevoli precampionato disputate, arriva all'appuntamento con il Chievo con la solita consapevolezza di poter recitare un ruolo da protagonista nel Campionato Primavera 1. I giallorossi hanno perso un elemento di grande talento come Cangiano, passato in estate al Bologna, ma, in quel ruolo, hanno preso Providence del PSG, che ben figurò in Youth League la passata stagione contro il Napoli. Vedremo se il calciatore francese sarà in grado di non far rimpiangere l'azzurrino Under 19".

Celar sarà rimpiazzato a dovere da Estrella? quali saranno i titolari della prossima Roma Primavera?

"Felipe Estrella è un attaccante molto interessante che, nella passata stagione, ha realizzato 4 rete in 11 presenze stagionali, un bottino degno di nota se consideriamo che il brasiliano è arrivato dal Ferroviária a gennaio. Penso che non farà rimpiangere Celar, quantomeno il Celar della prima stagione in giallorosso, 2017/2018, che mise a segno 15 reti in 35 presenze stagionali.L'11 potrebbe essere il seguente: Cardinali; Bouah, Plesnierowicz, Trasciani, Calafiori; Riccardi, Chierico, Darboe; D'Orazio, Felipe Estrella, Providence".

Qual'è il tuo parere su Riccardi ? è pronto per essere convocato costantemente con la prima squadra?

"A mio modo di vedere Riccardi non è pronto per essere promosso in pianta stabile in Prima Squadra. Ha delle qualità ma, al momento, penso sia più produttivo per lui giocare con continuità in Primavera, dimostrando quanto di buono viene detto e scritto sul suo conto, piuttosto che fare panchina, se non tribuna, con i più grandi. A Roma, purtroppo, c'è la cattiva abitudine di paragonare dei ragazzi, più o meno bravi, a mostri sacri come Totti o De Rossi creandogli attorno delle aspettative enormi che, il più delle volte, vengono disattese".

Quale sarà secondo te il piazzamento della Roma primavera in questa stagione? quali sono le altre favorite?

"La Roma Primavera, come di consueto, finirà, mal che vada, tre le prime sei, quindi in zona play-off. Un vantaggio, se così possiamo definirlo, potrebbe essere quello di non partecipare, in questa stagione, alla Youth League, competizione che, vuoi o non vuoi, toglie energie mentali e fisiche che, a volte, possono inficiare il percorso in campionato. Le mie favorite sono l'Atalanta, Campione d'Italia in carica, e l'Inter, vice Campione d'Italia in carica. Quest'ultima, a mio avviso, se dovesse disporre con continuità di Sebastiano Esposito potrebbe levarsi grandissime soddisfazioni non solo in Italia, ma anche in Europa. Per quanto riguarda la zona play-off vedo bene le solite Roma e Fiorentina mentre Torino e Juventus, potenzialmente da quelle zona di classifica, vanno registrate con i nuovi tecnici Sesia, che prende il posto di Coppitelli passato all'Imolese in C, e Zauli, che prende il posto di Baldini passato al Trapani in B. Non sottovaluterei, sempre in zona play-off, il Bologna ed il Sassuolo. I rossoblù hanno fatto un mercato importante, vedi Cangiano e Juwara, mentre i neroverdi mi sono piaciuti molto nel "Città di Vignola", che poi hanno vinto".

[FINALE] Under 21, Italia-Lussemburgo 5-0: gli azzurrini dominano e calano la manita
Primavera 1, la classifica aggiornata dopo il weekend