Inter

Inter-Genoa, la notte magica di Esposito: prima da titolare e gol in A

Il giovane classe 2002 trova il gol su rigore contro il Genoa

Simone Brianti
21.12.2019 20:00

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL LABORATORIO DE 'LA GIOVANE ITALIA'

Dopo la partita di Firenze, pareggiata dall'Inter e che aveva lasciata un pò l'amaro in bocca e due squalifiche pesanti: quella di Brozovic e Lautaro. Per tutta la settimana si era parlato della possibile staffetta fra Politano e il giovane Esposito. Mister Conte ha lavorato tutta la settimana sull'aspetto della partita, importante per tenere il passo della Juventus e anche in conferenza non ha mai lasciato spazio a certezze. Alla lettura delle formazioni ufficiali sciolti i dubbi, gioca Esposito. Il classe 2002 di grande prospettiva e talento, ha sempre giocato ma qualche scampolo di partita, ma oggi è la prima da titolare per il baby prodigio nerazzurro. 

Subito positivo e sul pezzo, bravo a pressare alto il Genoa e a seguire le direttive del tecnico che lo telecomandava dalla panchina. Nella ripresa arriva anche la gioia personale, grazie anche a Lukaku. Gagliardini viene steso in area, Pairetto non ha dubbi e decreta il calcio di rigore per l'Inter: Esposito guarda Lukaku con il pallone in mano e il gigante belga con un cenno positivo lascia la sfera al classe 2002. Pallone importante per chiudere la partita, che Esposito non sbaglia e infila Radu nell'angolino in basso alla destra del portiere. Esposito diventa di fatto uno dei più giovani marcatori di sempre in A dell'Inter. A fine partita emozione fortissima per lui che intervistato da Sky, risponde alle domande con gli occhi gonfi di lacrime: gioia, sacrifici e quella speranza di diventare grande con la maglia dell'Inter. Un piccolo mattone è stato posto, ora sta a lui e all'Inter continuare a credere in questo piccolo diamante che vola verso un grande futuro. 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 15^ giornata: Gagliano ad un passo dalla vetta, sale la coppia Bianchi-Moro
Genoa, esordio in Serie A per Rovella