Primavera Tim Cup

Juventus-Bologna, le pagelle dei felsinei: retroguardia poco attenta, Di Dio è incontenibile.

le pagelle dei ragazzi di Troise nel match di Primavera Tim Cup

Francesco Castrignanò
18.12.2019 15:17

Molla 6: è incolpevole nei 3 gol subiti. Fa qualche buona parata soprattutto sulle conclusioni di Sene.

Lunghi 6:  gioca molto più basso rispetto a Di Dio e svolge il suo compito senza infamia e senza lode, con buone chiusure e senza commettere errori grossolani.

Khailoti 5: soffre tantissimo le accelerazioni di Sene che ogni volta che lo punta gli va via. Sbaglia molte volte anche i tempi degli interventi.

Corbo 5,5: sembra sempre un po' in apprensione e soffre la fisicità di Da Graca. Nel secondo tempo comunque cresce e riesce a giocare con più tranquillità sbagliando di meno, ma la sua partita rimane insufficiente.

Di Dio 7: nettamente il migliore dei suoi. Gioca molto alto e con una vera e propria prodezza rimette in partita il Bologna al 40'. Nella ripresa ci riprova ma la traversa gli nega la doppietta personale. Gioca tutta fascia e si sovrappone costamente, senza però trascurare la fase difensiva, dove compie qualche buon intervento.(Dal 82' Pagliuca: S.V.)

Ruffo Luci 5,5: soffre molto la fisicità del centrocampo bianconero, qualche buona intuizione ma spesso risulta impreciso. Sostituito all'intervallo.(Dal 45' Agyemang 6,5: bravissimo in pressione, recupera una quantità incredibile di palloni. Si sovrappone molto bene anche se fatica ad arrivare al cross. Ingresso molto positivo per il numero 14 bolognese.)

Mazza 6,5: corre per tre e sbaglia pochissimi passaggi. Gioca da mediano vero ed è molto bravo a recuperare la sfera e a ribaltare l'azione, qualche buona percussione gli permette di arrivre anche alla conclusione. Anima della squadra di Troise.

Grieco 5,5: come Ruffo Luci soffre lo strapotere fisico del centrocampo della Juventus, arriva un paio di volte alla conclusione ma è poco preciso.(Dal 60' Uhunamure 6: mister Troise lo butta nella mischia per cercare il pareggio. Ha una occasione pazzesca al 77' quando tu per tu col portiere calcia a lato da buonissima posizione.)

Baldursson 6,5: nella prima frazione gioca ala e non non riesce ad entrare in partita. Nella ripresa viene spostato a centrocampo e il numero 9 rossoblu dà il meglio di se; bravissimo a recuperare palloni e a "ripulirli". Nel 4-2-4 con cui Troise ha finito la gara, lui è l'uomo che ha dato equilibrio alla squadra e che permesso al Bologna di sperare nel pari fino al 89'.

Juwara 6,5: va a fasi alterne, ma quando si accende sono guai per la fragile retroguardia bianconera. Con le sue accelerazioni permette al Bologna di salire e di creare maggiori pericoli. Trascina la squadra in avanti nella ripresa e nei minuti finali è una furia, cercando, sia con le buone che con le cattive, di portare la sua squadra al pareggio.

Stanzani 5,5: duella costantemente con Bandeira uscendone la maggior parte delle volte sconfitto. Ha una bella opportunità al 25' quando sfrutta l'errore in disimpegno di Vlasenko, ma la buona uscita di Isreal gli nega la gioia del gol.(Dal 45' Rocchi 6,5: entra col piglio giusto e trasmette carica alla squadra nella ripresa. Lotta su tutti i palloni e al 78' ha una grandissima occasione ma la sua conclusione volante viene respinta da un straordinario Israel.)

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 13^ giornata: Ruocco agguanta la vetta e Buso fa un bel balzo nel B accorcia Sueva
Inter-Frosinone: disastro nerazzurro, Mulattieri ci prova.