Atalanta

Roma-Atalanta, le pagelle della dea: Colley prende per mano la squadra, Cambiaghi è una continua spina nel fianco

le pagelle dei bergamaschi di Massimo Brambilla

Leonardo Bosello
10.11.2019 10:49

SEGUICI SU TELEGRAM!

Ndiaye 6: il portiere atalatino non ha colpe sui gol giallorossi: risponde presente ogni volta che viene chiamato in causa e aiuta la squadra nel finale uscendo sempre con il tempismo giusto

Bergonzi 6.5: spinge fortissimo per tutti i 90' e chiude molto bene in diverse situazioni difensive

Okoli 5:  sbaglia nell'azione del pari giallorosso, regalando il pallone ad Estrella limite. Nella ripresa cresce ma con l'ingresso di Tall torna in difficoltà.

Heidenrich 5: poco reattivo sul primo gol avversario, concede molto e non s'impone con la giusta fisictà nei contrasti. Esce malconcio. Dal 72' Cittadini 6: regge l'urto nei minuti finali, nonostante la rovesciata di Tall

Brogni 5.5: dà velocità alla corsia di sinistra e copre bene sulle offensive di Providence nel primo tempo, nella seconda frazione però Riccardi lo mette in seria difficoltà

Guth 6: schierato mediano davanti alla difesa, si muove con intelligenza e fa bene da schermo davanti alla difesa. Dal 65' Sidibe 5.5: entra per chiudere il match ma si vede poco.

Gyabuaa 7: il numero 8 atalantino gioca con l'esperienza di un veterano e la fisicità di un gigante. Segna anche la rete del momentaneo 3-2, dove vince un contrasto con Trasciani e batte Cardianli. Per poco poteva diventare il gol partita.

Finardi 6.5: nella prima frazione combina benissimo con Colley e Cambiaghi, mostrando grandi doti tecniche. Nell'ultima mezz'ora viene spostato davanti alla difesa, ma anche qui se la cava egregiamente.

Colley 7: il numero 10 è un talento puro, porta a spasso tutta la difesa di casa, buca la barriera sul primo gol della Dea e inventa giocate eccezzionali per i suoi compagni. Abbina perfettamente tecnica e forza fisica.

Cambiaghi 6.5: nel primo tempo è una vera forza della natura, segna il raddoppio ospite con un bellissimo movimento a rientrare verso il campo con conclusione a giro di destro sul secondo palo, nonostante la deviazione di Plesnierowicz. Nella ripresa pero' cala, complice anche l'altissima intensità mostrata nei primi 45'.

Ghisleni 6: si fa vedere meno rispetto ai suoi compagni di reparto, ma comunque è prezioso nell'assistenza per Gyabuaa del 3-2 atalantino.

 

 

 

 

Primavera 2, la classifica marcatori dopo l'11^ giornata: Ruocco accorcia in vetta, nel B Matos allunga e Luciani sale con il tris
Juventus-Lazio, le pagelle dei bianconeri: Petrelli ancora in gol, Sene una spina nel fianco